Seguici sui nostri social per restare aggiornato sugli appuntamenti...

Cos’è l’Ufficio Pastorale Vocazioni-Giovani-Famiglie?

Prima di dare una definizione, soffermiamo la nostra attenzione sul termine SERVIZIO, che è alla base dell’impostazione pastorale dell’Ufficio diocesano.

Il termine SERVIZIO pone l’Ufficio Pastorale nell’orizzonte giusto, nella logica evangelica del servizio: con un vivo senso di responsabilità, come un servizio in ordine al coordinamento e allo stimolo della pastorale giovanile vocazionale e familiare nelle singole parrocchie.

E´ un coordinamento, non una imposizione che dall´esterno raggiunge le parrocchie e le varie strutture di pastorale giovanile e familiare. E´ piuttosto a partire da una esigenza interna che le diverse realtà strutturali sparse in diocesi sono chiamate a coordinarsi tra di loro. Esiste oggi nella nostra diocesi una realtà del mondo giovanile e familiare vivace, ampia e continua, tale da rendere necessario un maggiore coordinamento delle strutture e delle organizzazioni di pastorale giovanile e familiare.

L’Ufficio Pastorale Vocazioni-Giovani-Famiglie coordina, per sua natura, tutte le realtà presenti sul territorio diocesano che interessano questi ambiti; è un organo della Curia che si occupa di offrire una cura e un accompagnamento spirituale ai ragazzi (7-13 anni), agli adolescenti (14-18 anni), ai giovani (18-35 anni) e alle famiglie.

L’UP Vocazioni-Giovani-Famiglie non è un’associazione né un movimento, per cui non svolge attività diretta coi giovani e con le famiglie (questo lo fanno le parrocchie, le associazioni, i gruppi…). L’UP coordina, promuove e organizza solo alcune iniziative diocesane.

L’UP diocesano è per definizione la cura della nostra Chiesa diocesana verso i giovani negli anni della loro formazione umana e spirituale e delle famiglie.

Obiettivi dell’Ufficio Pastorale Vocazioni-Giovani-Famiglie.

L’Ufficio diocesano Vocazioni-Giovani-Famiglie si preoccupa di tradurre e diffondere le indicazioni pastorali del vescovo, e quelle nazionali, quanto concerne il mondo giovanile e delle famiglie, è da stimolo affinché tutta la comunità cristiana sia attenta alla trasmissione della Fede.

L’UP diocesano ha l’obiettivo di aiutare le parrocchie e le altre realtà presenti in diocesi a progettare e sostenere una proposta pastorale vocazionale per i giovani e le famiglie che sia audace e intelligente e che li renda protagonisti nella Chiesa.

Il suo scopo primario è aiutare i giovani e le famiglie ad incontrare Cristo e servire l’amicizia con Lui, come ha scritto il nostro vescovo Edoardo nella sua prima lettera pastorale alla diocesi: «Ciò in cui desidero crescere, anche come Vescovo, è la mia amicizia con Gesù Cristo: “l’intima amicizia con Gesù da cui tutto dipende”, come scrive stupendamente il Santo Padre nella Premessa al Suo libro “Gesù di Nazaret”; ciò a cui tengo maggiormente e che desidero servire è la vostra amicizia con Cristo; ciò di cui sono certo è che nell’amicizia personale di ognuno di noi con Cristo crescerà anche la nostra reciproca amicizia di discepoli del Signore, nella quale vedo realizzarsi la paternità che sono mandato ad esercitare nei vostri confronti e la filialità che la Santa Chiesa chiede a voi nei confronti del Vescovo. Che Gesù Cristo diventi sempre più il centro della nostra vita; che la nostra esistenza sia trasformata dalla Sua gloria che è la Sua presenza amata ed accolta; che a Ivrea sia da noi vissuta la vita nuova che avrà la sua pienezza nella Casa luminosa e bellissima del Padre».

L’UP diocesano, coordinato dal Vicario episcopale per la Pastorale, rende concreto il progetto pastorale diocesano, assume la pastorale integrata come stile di azione, mira ad una sempre maggiore collaborazione con gli uffici affini, promuove un concreto contatto con le comunità parrocchiali e si propone di conoscere le realtà presenti nelle parrocchie.

Chi fa parte dell’Ufficio Pastorale Vocazioni-Giovani-Famiglie?

Tutti coloro che dentro la nostra Chiesa diocesana lavorano per la formazione cristiana dei giovani e delle famiglie: sacerdoti, educatori, animatori delle parrocchie, responsabili e formatori di tutte le associazioni cattoliche e movimenti, insegnanti di scuola superiore e tanti altri.